Apple Search Ads: pubblicità per le app iOS

Sebbene non molto conosciuto, Apple Search Ads sembra essere un ottimo programma di pubblicità

Apple Search Ads va ad interessare soprattutto o quasi esclusivamente i dispositivi mobili prodotti dalla mela semplicemente fa in modo da rendere più facile agli utenti di reperire le proprie applicazioni con tutto ciò che . Questo strumento per monetizzare il proprio lavoro sembra avere delle ottime opportunità di sviluppo con un incremento delle entrate che si dovrebbero attestare sui due miliardi di dollari. Tutto interessante ma sicuramente non in pochi andranno a chiedersi: cos’è Apple Search Ads?

Gli annunci di ricerca Apple per l’Apple Store rappresenta un punto molto importante per coloro che necessitano di marketing per promuovere le proprie le proprie applicazioni. E’ importante tenere presente che l’azienda informatica di Cupertino non ha ancora rilasciato alcun documento ufficiale riguardo le entrate per Appple Search Ads ma bisogna evidenziare come questo stia diventando uno strumento molto apprezzato. Gli annunci di Apple vengono creati automaticatomante mediante le  immagini ed i metadati forniti dagli utenti e dai sviluppatori. Ciò significa che questi siano molto precisi nelle informazioni andando a creare dei contenuti molto interessanti dal punto di vista della ricerca. Gli inserzionisti possono separare le offerte degli annunci di ricerca per dispositivo, creando campagne separate per la visualizzazione degli annunci su iPhone o iPad.  Apple inoltre offre agli inserzionisti uno strumento per suggerire parole chiave, indicatori di popolarità e funzionalità di parole chiave a corrispondenza inversa. Le funzioni di targeting includono anche tipo di cliente, sesso, età e posizione. Infine, come visto nel sito ufficiale della mela, vengono offerti ben cento euro per provare questo interessante servizio.

Apple Search Ads è un prodotto molto interessante per tutti coloro che hanno necessità di fare pubblicità per le proprie applicazioni quindi va da sé che si tratta un servizio unicamente per i dispositivi mobili.

Precedente Google Lens: scopriamo le sue caratteristiche Successivo Test my site: nuove funzionalità dell'app di Google