Come si valuta il sito web: i punti deboli

Quando si valuta un sito web è necessario tenere presente non solo la sua bellezza ma anche tutti i punti deboli che potrebbero essere presenti.

Acquistare un sito web potrebbe essere un vero e proprio disastro se non si agisce nel modo più opportuno cioè con cautela e molta attenzione. E’ necessario, una volta conosciuto il dominio, fare in modo da cercare qualsiasi problema potrebbe frapporsi tra voi ed il successo del vostro investimento. E’ bene ricordare che l’obiettivo dell’acquisto di un sito è quello di cercare di guadagnare il più possibile mediante il traffico che esso genererà. Di seguito verranno sviluppati alcuni concetti mentre per gli altri sarà necessario un altro articolo.

Determinare il comportamento del traffico

E’ necessario controllare come gli utenti entrano nel sito ovvero la frequenza ed il comportamento se accedono in un determinato periodo dell’anno oppure se l’afflusso è costante.

Fate attenzione al pericoloso Panda

E’ sempre bene fare attenzione alle grinfie del pericoloso panda perché potrebbe essere un grandissimo problema. Naturalmente avrete capito che si tratta del algoritmo di Google e non dal pacioccone orsetto bianco e nero perché solo quello di Big G. può affossare qualsiasi sforzo si faccia. Questo è un grosso problema di difficile soluzione perché può rappresentare un problema strutturale molto grave.

Il Pinguino è l’altro animale da combattere

Dopo Panda anche il Penguin è un nemico silenzioso che si agira nei meandri dei nostri siti controllando tutti i link alla ricerca di qualcuno non funzionante in modo da penalizzare il sito. E’ necessario quindi tenere presente che sono necessarie delle analisi approfondite. Non bisogna dire una cosa per l’altra visto che è meglio sapere da subito il lavoro che c’è da fare. Controllare che il sito non sia penalizzato da Google è necessario analizzare link per link facendo attenzione a non togliere quelli necessari.

Precedente Sito web come lo si valuta: introduzione Successivo Come si valuta il sito web: attenzione agli algoritmi