La SEO ai tempi delle start up – i contenuti

Un punto importante quando si decide di effettuare una prima campagna seo per la nostra nuova start up sono i contenuti.

Un punto fondamentale di ogni campagna seo è rappresentata dalla scelta e preparazione dei contenuti. Questo perché la produzione di contenuti garantisce non solo l’interesse degli utenti ma anche perché se non conformi con i vari algoritmi di Big G. potrebbero affossare tutto il lavoro fatto in precedenza. Quando si crea un articolo è necessario seguire tutte le regole in modo da essere ben visibili sui motori di ricerca. Inoltre verranno trattati dei punti importanti per il mobile seo.

Quando si crea un articolo o comunque un contenuto testuale per il web è necessario sempre tenere presente che per essere visto dagli utenti deve essere seo friendly. Questa caratteristica la si può ottenere solo seguendo una serie di accorgimenti molto importanti ma non particolarmente complicati. Partendo dal titolo, è necessario non farlo troppo lungo, di solito non dovrebbe mai superare i sessanta caratteri ma comunque in questo numero di caratteri dev’essere presente la parola chiave. Bisogna creare una metadescription non superiore ai 155 caratteri e deve contenere sempre una keyword. Altro punto importante è rappresentato dai tag h1, h2,h3,h4,h5 e h6. Qualora vengano usati tutti devono essere messi nell’ordine in cui appare in questo articolo. L’accessibilità deve essere la parola d’ordine di tutti i contenuti presenti nel sito. Un’immagine troppo pesante potrebbe essere una vera e propria tragedia per il posizionamento. Questo perché le immagini sono l’elemento più pericoloso quando si parla di dispositivi mobili. Il problema in questo versante è rappresentato dalle connessioni dati, file pesanti fanno consumare molti dati e rallentano il caricamento. Inoltre non sempre gli smartphone sono dotati di specifiche tecniche particolarmente performanti.

I contenuti sono un elemento molto importante quando si parla di una campagna seo.

Precedente La SEO ai tempi delle start up - introduzione Successivo Hosting: ecco come sceglierlo