Vediamo come i vecchi contenuti aiutano la SEO

Quasi tutti i siti web contengono dei vecchi contenuti che anche potrebbero essere un validissimo mezzo per migliorare la SEO, in questa guida spiegheremo come fare.

Quando si decide di aprire un blog la prima necessità è quella di attirare l’attenzione del pubblico. Questa fase non è solo un compito da esperto SEO ma anche della redazione che deve cercare di offrire un prodotto in grado di essere sempre molto interessante e non “scadere mai”. In passato abbiamo trattato l’argomento dei contenuti sempreverdi che non essendo notizie possono essere adoperati dal pubblico in continuazione senza limite di tempo ma il problema cambia una volta che si parla di notizie. sono vari miliardi ogni giorno i post che vengono pubblicati ogni giorno e questo rende quasi impossibile riuscire a far emergere i propri soprattutto se non si possiede un blog non particolarmente importante. E’ inoltre importante tenere presente che “solo” tre quarti dei post vengono indicizzati da Big G il giorno stesso mentre il resto nelle successive ventiquattro ore.

Come spesso si è detto in questo blog, alla base di tutti i giochi c’è sempre il contenuto. Gli articolisti devono portare avanti la politica della creazione di contenuti sempre di alto livello in modo tale da poter attirare l’attenzione degli utenti da una parte e non essere penalizzati dai motori di ricerca dall’altra. Da ciò è necessario aggiornare le notizie vecchie con aggiornamenti in grado far acquistare un nuovo interesse aumentando in questo modo le possibilità di ottenere guadagni da esse. Prima di fare questo sarà naturalmente necessario fare una lunga, dipende dalla grandezza del sito web, ed accurata ricerca scegliendo quali notizie possono essere mantenute, aggiornate, riproposte o promosse. Un punto molto importante quando si decide di modificare gli articoli del blog è necessario fare attenzione, quando è necessario aggiornandoli, con il redirect 301.

In buona sostanza il compito del blogger/redazione oppure SEO è quello di controllare non solo i contenuti della notizia ma anche le varie keyword visto che una forte un anno fa potrebbe non essere molto utile oggi.

Precedente Internet ai tempi dello strapotere di Google Successivo Wordpress SEO: cos'è la tassonomia